Museo delle Porcellane

FIRENZE

Il Museo delle Porcellane è ospitato dal 1973 nella palazzina del Cavaliere del sec. XVIII sulla sommità del Giardino di Boboli, al centro del Giardino delle Rose che si affaccia sul Forte del Belvedere con una bellissima vista sul panorama delle colline di Firenze.

Raccoglie le collezioni soprattutto di porcellane da tavola delle case regnanti che si sono succedute a Palazzo Pitti, dai Medici ai Lorena, compresa la dinastia dei Borbone – Parma con Maria Luisa granduchessa di Toscana e la sorella di Napoleone, Elisa Baciocchi, alla quale appartiene il famoso servito di Sèvres donato dall’augusto fratello nel 1810.

La prima sala presenta porcellane della Real Fabbrica di Napoli comprendenti una serie di busti in biscuit, raffiguranti personaggi dell’antichità classica, riproduzioni dagli scavi di Ercolano, diciotto figurine riproducenti le “vestiture” del Regno di Napoli, due “dejeuner” decorati l’uno con motivi all’egizia, l’altro all’etrusca . La manifattura di Doccia fondata dalla famiglia Ginori nel 1737 fornì costantemente ai Granduchi di Lorena serviti giornalieri di cui sono esposti esemplari tipici in porcellana fiorita con motivi a mazzetto o a tulipani, motivo questo ispirato alla porcellana cinese della cosiddetta “famiglia rosa”. Non mancano pezzi dell’Ottocento come le deliziose tazzine con le vedute delle piazze fiorentine eseguite a Doccia su modelli di litografie del francese Benoit.

La porcellana francese è rappresentata da esemplari della fabbrica di Vincennes sorta nel 1740 e trasferita a Sèvres nel 1756 sotto la diretta proprietà del re Luigi XV. Essa è caratterizzata da varie tonalità color pastello. Tipici alcuni vasi da fiori con scene ispirate a Boucher , e singolari e uniche nel loro genere quattro alzate per ostriche costituite da 18 ciotole a forma di conchiglia provenienti da Parma e appartenute a Luisa Elisabetta di Borbone figlia di Luigi XV re di Francia. Nelle due vetrine centrali risalta il servito di Elisa Baciocchi per l’entrée e il dessert eseguito a Sèvres tra il 1809 e il 1810, donatole da Napoleone dopo l’investitura del granducato di Toscana.

La seconda sala presenta un ricco nucleo di porcellane di Vienna, pervenuto a Pitti dai granduchi lorenesi Pietro Leopoldo, che mantenne costante il rapporto con la capitale viennese e Ferdinando III di Lorena, appassionato collezionista di porcellane e in particolare dei serviti ‘solitaire’. Risalta il servito con tazze e vassoi decorate da vedute di Vienna e il servito da caffè con decorazioni trompe l’oeil a finto legno.

Nella terza sala sono esposte le porcellane di Meissen e di altre manifatture tedesche. Nella vetrina verso la finestra risaltano le due burriere a forma di tartaruga , una teiera a forma di gallo e la tazza da brodo con scene ispirate a una commedia di Molière appartenuti probabilmente alla collezione di Gian Gastone dei Medici che aveva sposato Maria Amalia, figlia del grande elettore di Sassonia Augusto II il Forte creatore della prima fabbrica europea di porcellana. Del primo periodo della fabbrica di Meissen sono anche i pezzi decorati con motivi cinesi come lo splendido vaso con tralci d’uva e foglie dorate a rilievo. Merita attenzione la serie di statuine di porcellana con personaggi in costume quali dame, musici, putti, giardinieri e altri derivati dalla commedia dell’arte come l’Arlecchino che ispireranno la manifattura di Capodimonte a Napoli.

Bibliografia essenziale

Le porcellane di Vienna a Palazzo Pitti
Tabakoff S.K., Firenze, Editore: CentroDi, 2002

Il museo delle Porcellane in “Palazzo Pitti. Il Palazzo e le sue opere”
Mosco M., Londra, Editore: non disponibile, articolo di giornale n. 1997

Porcellane dell’Ottocento a Palazzo Pitti
d’Agliano A., Clarke T. – Tabakoff S.K., Firenze, Editore: non disponibile, 1983

Le porcellane tedesche di Palazzo Pitti
Clarke T., d’Agliano A., Ferrara, Editore: Belriguardo, 1999

Il Museo delle Porcellane in “Palazzo Pitti. Guida alle collezioni e catalogo completo della Galleria Palatina”
Piacenti K.A., Firenze, Editore: Becocci, articolo di giornale n. 1988

Curiosità di una Reggia. Vicende della guardaroba di Palazzo Pitti
Piacenti K.A., Pinto S. (a cura di), Firenze, Editore: CentroDi, 1979, note: catalogo della mostra (Firenze, Palazzo Pitti, gennaio-settembre 1979)

L’immagine riflessa. Dalla stampa alla Porcellana
Mosco M., Revai E., Livorno, Editore: Sillabe, 1997, note: catalogo della mostra Firenze, Museo degli Argenti ,18 aprile – 18 luglio 1997

Le porcellane italiane a Palazzo Pitti
d’Agliano A., Firenze, Editore: CentroDi, 1986

Le porcellane Francesi a Palazzo Pitti
Eriksen S., Firenze, Editore: CentroDi, 1973

procellane1

Alzata per ostriche da un gruppo di quattro

Datazione: 1759
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 35 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

procellane4

Burriera a forma di tartaruga

Datazione: 1720-1727 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: l. 17 cm. h. 7.2 cm.
Provenienza: Gian Gastone dei Medici

Questa singolare burriera è dipinta con chiazze dorate su fondo bianco.

procellane7

Cestino da frutta del Servito della Granduchessa Elisa

Datazione: 1809-1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 18.2 cm.; d. 28.4 cm.
Provenienza: Elisa Baciocchi

procellane10

Dejeuner

Datazione: 1790-1800 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Provenienza: Granducato di Toscana (Ferdinando III di Lorena)

Servito da colazione decorato all’etrusca cioè con fregi e figure dell’antichità ellenica.

procellane13

Donna di Ducenta

Datazione: 1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 30.5 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Maria Luisa di Borbone, sposa del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena)

Questa porcellana fa parte di una serie di 18 statuette sui costumi popolari del Regno di Napoli.

procellane16

Gruppo dell’Elettore

Datazione: 1792
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: FRANKENTHAL
Dimensioni: h. 59 cm.
Provenienza: Ferdinando III di Toscana

Il gruppo raffigura la gloria dell’Elettore con figure allegoriche della Giustizia e del Palatinato.

procellane19

La scuola degli orsi

Datazione: 1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 49 cm., diam. 51 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Maria Luisa di Borbone, sposa del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena)

procellane22

Piattino

Datazione: 1789-1794 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vienna
Dimensioni: diam. 13.8 cm.
Provenienza: Granducato di toscana (Pietro Leopoldo o Ferdinando III)

Il piattino è parte di un servito da caffè decorato a imitazione del legno con pannelli rettangolari con paesaggi immaginari.

procellane25

Ratto di Europa

Datazione: 1786
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Vienna
Dimensioni: h. 35 cm., b. 27 cm. x 19 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Pietro Leopoldo)

La porcellana raffigura il noto episodio mitologico di Europa rapita da Giove sotto le sembianze di un toro.

procellane28

Ritratto di Napoleone

Datazione: 1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: 80 cm. x 66 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana

procellane31

Tazza

Datazione: 1865
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: tazza: 11.5 cm.; piattino diam. 17.5 cm.
Provenienza: Regno d’Italia

Sulla tazza a fondo dorato è raffigurata una veduta di Piazza della Signoria a Firenze.

procellane34

Tazza con piattino

Datazione: 1810
Tecnica e Materiali: Biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: tazzina: 6.7 cm., piattino: diam. 12.7 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (probabilmente appartenuta a Elisa Baciocchi Bonaparte, sorella di Carolina e Napoleone)

La tazzina riprende il ritratto di Carolina Murat, regina di Napoli dal 1808 al 1815.

procellane37

Tazzina da caffè

Datazione: 1745-1755 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: diam. 5 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

Questa tazzina da caffè fa parte di un servizio decorato a fiori orientali o coreani in verde azzurro rosso e oro su fondo bianco

procellane40

Teiera a forma di palla

Datazione: 1723-1728
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: h. 12 cm.; b. 15.5 cm.
Provenienza: Gian Gastone dei Medici

La teiera a fondo bianco è decorata con due paesaggi policromi entro cartelle quadrilobate.

procellane43

Vaso con coperchio

Datazione: 1730 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: h. 34 cm.
Provenienza: Gian Gastone dei Medici

Il vaso è decorato con tralci d’uva e foglie in rilievo, cineserie e uccelli in policromia su fondo bianco.

procellane46

Vaso oviforme montato a samovar

Datazione: 1740 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: h. 35 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

procellane49

Zuccheriera

Datazione: 1790-1800 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 15 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana

La zuccheriera è parte del servito da colazione decorato con motivi egizi.

procellane2

Arlecchino

Datazione: 1742
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: h. 13.5 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

procellane5

Caffettiera

Datazione: 1810 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Parigi, Dagoty
Dimensioni: 21.3 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Granduchessa Elisa Baciocchi)

Nell’ovale un immagine ripresa da disegni di J.B.Oudry 1730 ca. che illustra favole di La Fontain.

procellane8

Cestino da frutta e formaggiera

Datazione: 1760 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Chantilly
Provenienza: Ducato di Parma

procellane11

Déjeuner

Datazione: 1790-1800 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Provenienza: Granducato di Toscana

Servito da colazione decorato con motivi egizi.

procellane14

Donna Turca (serie di due)

Datazione: 1745-1750
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: 11.7 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

procellane17

Gruppo satirico

Datazione: 1770
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: J. J. Kandler
Dimensioni: Sofà: h. 11.5 cm., b. 20 cm.; Uomo: 10 cm., h. 8 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

Il gruppo satirico in porcellana, molto di moda nel ‘700, raffigurante l’amante scoperto.

procellane20

Lattiera

Datazione: 1789-1794 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vienna
Dimensioni: 12 cm.
Provenienza: Granducato di toscana (Pietro Leopoldo o Ferdinando III)

La lattiera è parte di un servito da caffè decorato a imitazione del legno con pannelli rettangolari con paesaggi immaginari.

procellane23

Piatto

Datazione: 1780-1790 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: 26 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana e Ducato di Parma

Sul bordo motivi campestri ispirati alle stampe del pittore veneto Marco Ricci 1676-1730: “L’uccisione della serpe e La mietitura”.

procellane26

Rifrescatoio per bottiglia

Datazione: 1765-1785 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vienna
Provenienza: Granducato di Toscana (Pietro Leopoldo)

Insieme ad un vassoio e una tazzina con piattino, questo rinfrescatoio compone un servito da tavola a fondo bianco decorato da mazzeti di fiori policromi e bordi orlati.

procellane29

Servito da caffè

Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vienna
Provenienza: Garanducato di Toscana (Ferdinando III)

Servizio da caffè per una persona a fondo paglierino e bordi decorati con piccoli fregi dorati nelle specchiature rettangolari vedute di Vienna

procellane32

Tazza con piattino

Datazione: 1865
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: tazza: 11.5 cm., piattino: diam. 17.5 cm.
Provenienza: Regno d’Italia

La tazzina da caffè a fondo oro riprende una veduta di Piazza Pitti a Firenze.

procellane35

Tazza con piattino

Datazione: 1816
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: tazza: 8.2 cm., piattino: diam. 9.5 cm.
Provenienza: Ducato di Lucca

procellane38

Teiera

Datazione: 1737-1742 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: h. 14.2 cm.
Provenienza: Collezioni Villoresi

La teiera bianca baccellata risale al primo quinquennio della manifattura Ginori.

procellane41

Teiera e zuccheriera

Datazione: 1753 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vincennes
Provenienza: Ducato di Parma

Il set di teiera e zuccheriera è decorato con motivi ornamentali su fondo blu lapislazzulo.

procellane44

Vaso con coperchio

Datazione: 1770-1775
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 43 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana

Il vaso è a fondo turchese bleu céleste; nell’ovale anteriore è ritratta una scena mitologica: Venere gioca con Amore.

procellane47

Vassoio

Datazione: 1790-1800
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 40.3 cm. x 33. cm.
Provenienza: Granducato di Toscana

Il vassoio fa parte del servito da colazione decorato con motivi egizi

procellane50

Zuccheriera

Datazione: 1790-1800 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 11.5 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Ferdinando III di Lorena)

La zuccheriera fa parte del servito da colazione decorato “all’etrusca” cioè con fregi e figure dell’antichità ellenica.

procellane3

Brocca e vassoio

Datazione: 1753 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vincennes
Dimensioni: Vassoio: 36.5 cm. x 25 cm.; Brocca: h. 23 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

Brocca e vassoio con fondo turchese bleu celeste.

procellane6

Caffettiera

Datazione: 1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 9 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Maria Luisa di Borbone, sposa del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena)

Al centro della porcellana è dipinta una veduta di Napoli.

procellane9

Costumi popolari del Regno di Napoli

Datazione: 1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 30.5 cm. ca.
Provenienza: Granducato di Toscana (Maria Luisa di Borbone, sposa del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena)

Il gruppo comprende 18 statuette rappresentative dei costumi popolari caratteristici del Regno di Napoli.

procellane12

Donna di Cascano

Datazione: 1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Napoli, Real Fabbrica
Dimensioni: 28.5 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Maria Luisa di Borbone, sposa del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena)

Questa porcellana proviene da una serie di 18 statuette sui costumi popolari del Regno di Napoli.

procellane15

Gelatiera

Datazione: 1800-1820
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Doccia, C.L. Ginori Lisci
Dimensioni: 25 cm.; diam. 21.5 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana

Gelatiera nota anche con il nome di “servito del tulipano”.

procellane18

Il cavaliere e la ragazza

Datazione: 1769 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: 19.5 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

procellane21

Le tre Ninfe

Datazione: 1780-1785 ca.
Tecnica e Materiali: biscuit
Fabbrica: Vienna
Dimensioni: 47.5 cm.
Provenienza: Granducato di Toscana (Pietro Leopoldo

La fine scultura in porcellana viennese fungeva verosimilmente da centrotavola.

procellane24

Piatto

Datazione: 1809-1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 35 cm.
Provenienza: Elisa Baciocchi

Il piatto è compreso in una serie di 100 piatti da dessert del Servito della Granduchessa Elisa.

procellane27

Rinfrescatoio per gelato

Datazione: 1809-1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 33.5 cm.
Provenienza: Elisa Baciocchi

Il rinfrescatoio fa parte del servito della Granduchessa Elisa.

procellane30

Servito della Granduchessa Elisa

Datazione: 1809-1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: 23.5 cm.
Provenienza: Elisa Baciocchi

Allestimento in cui è visibile l’intero servizio di porcellane appartenuto alla Granduchessa Elisa.

procellane33

Tazza con piattino

Datazione: 1810 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Parigi, Dagoty
Dimensioni: tazza: 6 cm., piattino: diam. 14.5 cm.
Provenienza: Granducati di Toscana ( Granduchessa Elisa Baciocchi)

La tazza, di finissima manifattura parigina, è a forma di conchiglia d’oro lucido, mentre con il manico ha le fattezze di un ramo di corallo.

procellane36

Tazza da brodo (?) e sottopiatto

Datazione: 1795 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Vienna
Dimensioni: tazza: h. 10 cm., piattino: diam. 13.6 cm.
Provenienza: Garanducato di Toscana (Ferdinando III)

Il servizio di fabbrica viennese è decorato con rose rosa su fondo dorato.

procellane39

Teiera a forma di gallo

Datazione: 1727-1730
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Meissen
Dimensioni: h. 11 cm., b. 16 cm.
Provenienza: Gian Gastone dei Medici

La teiera a forma di gallo è decorata con lumeggiature in oro su fondo bianco e Deriva da un originale cinese in grès.

procellane42

Vaso

Datazione: 1811
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 69 cm. con base in bronzo
Provenienza: Ferdinando III

Il vaso a fondo dorato è decorato al centro con un’immagine delle Rovine del tempio di Hermopilis a sud del Cairo.

procellane45

Vaso da fiori

Datazione: 1811
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: h. 69 cm. con base di bronzo
Provenienza: Ferdinando III

Il vaso da fiori è caratterizzato da una decorazione “caillouté” e da motivi “rocaille” con scena ispirata a “La péche” di F.Boucher.

procellane48

Vassoio per melone

Datazione: 1809-1810
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Sèvres
Dimensioni: l. 29 cm.
Provenienza: Elisa Baciocchi

Il vassoio fa parte di una serie di quattro per l’entrée del Servito della Granduchessa Elisa.

procellane51

Zuccheriera

Datazione: 1760 ca.
Tecnica e Materiali: porcellana
Fabbrica: Nymphenburg(da un modello dello scultore Franz Anton Bustelli attivo a Nynphenburg tra il 1754 e il 1763)
Dimensioni: h. 14 cm., b. 13 cm.
Provenienza: Ducato di Parma

La zuccheriera riprende le fattezze di una donna africana appoggiata ad un grande cesto.

Indirizzo

Museo delle Porcellane, Palazzo Pitti, Firenze
Giardino di Boboli, Casino del Cavaliere, Piazza Pitti, 1
Firenze
Telefono: 055 2388709 / 605
Fax: 055 2388710
Sito | E-mail

Come arrivare
In auto: giunti in Firenze seguire le indicazioni per i Viali di Circonvallazione, poi per quartiere di San Niccolò. Parcheggiare in Lungarno Torrigiani.

Orario

Da lunedì a domenica
Ore 8,15 – 16,30 nei mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio
Ore 8,15 – 17,30 nel mese di marzo
Ore 8,15 – 18,30 nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre
Ore 8,15 – 17,30 nel mese di Ottobre in coincidenza con il cambio da ora legale a ora solare
Ore 8,15 – 18,50 nei mesi di giugno, luglio, agosto

Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese, Capodanno, 1° maggio, Natale.
L’ultimo ingresso è sempre un’ora prima della chiusura.

Biglietti

Biglietto intero: € 7,00
Biglietto ridotto: € 3,50

Il biglietto consente l’ingresso anche a Museo degli Argenti, Museo delle Porcellane, Galleria del Costume e al Giardino Bardini.

Prenotazioni per la visita:
Firenze Musei, Tel: 055 294883
Costo della prenotazione: € 3,00

Servizi

Accessibilità per i Disabili | Bookshop | Caffetteria | Sezione Didattica | Visite Guidate

Riferimenti

Museo Richard Ginori della manifattura di Doccia
[Museo] vai al sito

Museo della ceramica di Montelupo Fiorentino
[Museo] vai al sito

Villa Petraia – Firenze
[Villa] vai al sito

Museo Stibbert – Firenze
[Museo] vai al sito

Museo Nazionale del Bargello – Firenze
[Museo] vai al sito

Appartamenti Reali – Palazzo Pitti – Firenze
[Palazzo] vai al sito

Castello Sforzesco – sezioni Arti applicate – Milano
[Museo] vai al sito

Museo Internazionale delle ceramiche – Faenza
[Museo] vai al sito

Museo Giannetti – Saronno
[Museo] vai al sito

Museo di Capodimonte – Napoli
[Museo] vai al sito

Museo del Duca di Martina – Napoli
[Museo] vai al sito

Museo del Palazzo Ducale – Parma
[Museo] vai al sito

Museo del Palazzo Ducale – Mantova
[Museo] vai al sito

Museo regionale della ceramica umbra – Deruta
[Museo] vai al sito

Musée National de Céramique Sèvres (Francia)
[Museo] vai al sito

Porzellan Sammlung Dresda (Ger)
[Museo] vai al sito

Museum of Fine Arts – Boston (USA)
[Museo] vai al sito

Museo di Villa Cagnola
[Museo] Dettagli