Prato: arte, cultura e gusto

Prato: arte, cultura e gusto

10:14 18 ottobre in News

Spesso basta cambiare di poco la rotta per scoprire delle magnifiche e sconosciute realtà: la città di Prato è per noi una di queste. E poi a Prato l’Arte e la Cultura si incontrano con il Gusto!

Ecco allora i nostri consigli per partire alla scoperta delle meraviglie di Prato:

1- Museo dell’Opera del Duomo

Il Museo dell’Opera del Duomo è stato creato per ospitare una serie di opere legate alla Cattedrale e al culto della Sacra Cintola, la reliquia più preziosa del territorio. Il suggestivo percorso museale si snoda lungo alcune sale dell’antico Palazzo dei Proposti o Vescovile, intorno al chiostro romanico, per concludersi nelle Volte sotto la Cattedrale.Collegata alle volte è la Cappella di S. Stefano, affrescata dai fratelli Miniati intorno al 1420, nella quale sono esposti importanti reliquiari della Cattedrale.2-

pretorio prato

Museo di Palazzo Pretorio

2- Museo di Palazzo Pretorio 

Il Museo di Palazzo Pretorio racchiude uno straordinario patrimonio di storia e di bellezza, con le opere di Bernardo Daddi, Giovanni da Milano, Donatello, Filippo e Filippino Lippi, le grandi pale d’altare dipinte da Santi di Tito e Alessandro Allori, la gipsoteca di Lorenzo Bartolini. Inoltre gli spazi a piano terra di Palazzo Pretorio, sono adibiti a ospitare le mostre temporanee quindi controllate quali sono in programma nel periodo della vostra visita.

3- Museo del Tessuto

Questo museo è interamente dedicato all’arte e alla tecnologia del tessile, presenta il suo ricco ed eterogeneo patrim

museo prato

Museo del Tessuto

onio secondo sezioni tematiche e cronologiche, dall’antichità alla contemporaneità. Fino al 19 febbraio 2017 potrete visitare all’interno del museo l’interessante mostra “Tra Arte e Moda” ideato e promosso dal Museo Salvatore Ferragamo di Firenze in collaborazione con la Fondazione Salvatore Ferragamo.

4- Museo Pecci

Il nuovo Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato ha riaperto il 16 ottobre 2016, dopo il completamento dell’avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell’architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell’edificio originario di Italo Gamberini.
In occasione della sua riapertura, il Centro Pecci presenta la mostra La fine del mondo, attraverso le opere di oltre 50 artisti internazionali e con un allestimento che si estende sull’intera superficie espositiva del museo di oltre 3000 metri quadrati, la mostra si configura come una specie di esercizio della distanza, che spinge a vedere il nostro presente da lontano. Fino al 19 Marzo 2017.

E dopo tanta cultura un po’ di dolcezza… fate un giro nel centro storico per assaggiare i famosi “cantuccini“, il biscotto tipico pratese accompagnato da un buon Vin Santo!