Firenze Bambina, 4-6 aprile

Firenze Bambina, 4-6 aprile

14:15 03 Aprile in Kids

foto__2042_3558.phtmlMonumenti, musei, dimore storiche, ludoteche, biblioteche, giardini e piazze accoglieranno oltre 200 eventi a ingresso gratuito dedicati ai bimbi da zero ai 13 anni.

 

Firenze per tre giorni, dal 4 al 6 aprile, diventa il Paese delle Meraviglie, per la prima edizione del Festival dei bambini-Nuovi mondi.

Monumenti, musei, dimore storiche, ludoteche, biblioteche, giardini e piazze accoglieranno oltre 200 eventi a ingresso gratuito, tra laboratori, cinema, fumetti, spettacoli, videogiochi, arte e musica dedicati ai bimbi da zero ai 13 anni.

Il programma è organizzato in sei aree (gioco, guardo, ascolto, cresco, scopro e abbraccio) e una serie di poli tematici localizzati in diversi punti della città dove vengono organizzati i laboratori e iniziative per tutti i gusti.

 

Il Festival è organizzato dal Comune di Firenze insieme a Codice-Idee per la cultura, con la collaborazione di Mus.e, le principali istituzioni cittadine, un centinaio di associazioni fiorentine, e importanti aziende nazionali.

 

Maggiori informazioni: www.festivalbambini.it

 

Alla Specola è protagonista la scienza con attività per piccoli archeologi, esperimenti di chimica, girandole scientifiche, giochi matematici e incontri con Galileo.

Al Polo naturalistico al Parco delle Cascine baby esploratori metropolitani ed esperti universitari vanno alla ricerca delle forme di vita che lo abitano, mentre alle Murate, sede del Polo tecnologico, si progettano robot e va in onda Fikidsimo, la tv dei bambini.

Alle Oblate un gioco multimediale spiega l’energia e cosa fa muovere il mondo mentre lo spettacolo teatrale ‘Terra: istruzioni per l’uso’ narra le vicende di Gaio, il nostro Pianeta, infuriato per come l’uomo lo tratta.

 

Ci sono poi le visite nei grandi palazzi storici e musei (Palazzo Pitti, Palazzo Davanzati, Galleria dell’Accademia e Palazzo Vecchio), gli itinerari urbani tra arte e storia, le visite alle botteghe storiche e i laboratori artigiani, con gli orefici di Ponte Vecchio e i cartai Fiorentini che insegnano ai piccoli l’arte dei mestieri.