Un weekend a Firenze

Un weekend a Firenze

11:17 12 gennaio in News

Un weekend a Firenze a gennaio è l’opzione ideale che riesce ad accontentare tutti, ma proprio tutti. Non solo shopping per negozi e passeggiate per le strade del centro storico, ma anche tanta arte e cultura per tutta la famiglia. Scoprite che cosa fare questo weekend a Firenze!

Un weekend a Firenze per adulti, famiglie e bambini

Un museo da scoprire e riscoprire da punti di vista e temi differenti, grazie a I Musei Civici e l’Associazione Mus.e. Stiamo parlando del Museo Stefano Bardini, museo che prende il nome dal suo ideatore, il più autorevole antiquario italiano della fine del diciannovesimo secolo, che decise di trasformare la propria collezione in museo e di donarla al Comune di Firenze.

Questo weekend a Firenze vi aspetta un’immersione nel Blu, dedicata ai più piccoli e alle loro famiglie. Blu come il ciclo delle Piccole Storie di Colori e colore dominante del museo e delle sue sale, blu come il cielo dove brillano le storie degli antichi miti e prendono vita inedite costellazioni. Infine, per il pubblico che preferisce conoscere il museo nel suo complesso, le classiche visite guidate.

Bardini contribuì a diffondere in tutto il mondo il mito del Rinascimento italiano e mostrò un grande interesse non solo per i grandi capolavori ma anche per tutte le forme di arte, che ancora oggi costituiscono uno dei motivi di maggior fascino delle collezioni: oltre 2000 pezzi tra sculture, dipinti e oggetti di arti applicate dall’arte antica al XVIII secolo. Scoprite gli altri incontri.

Un weekend a Firenze per …i ritardatari!

Se non siete ancora riusciti a visitare l’ultima mostra a Palazzo Strozzi, questo è il penultimo weekend per visitare Il Cinquecento a Firenze, la straordinaria mostra dedicata all’arte del ‘500 che ha messo in dialogo oltre settanta opere di artisti come Michelangelo, Bronzino, Giorgio Vasari, Rosso Fiorentino, Pontormo, Santi di Tito, Giambologna e Bartolomeo Ammannati.

Ultimo atto d’una trilogia di mostre a cura di Carlo Falciani e Antonio Natali, iniziata con Bronzino nel 2010 e Pontormo e Rosso Fiorentino nel 2014, che celebra una eccezionale epoca culturale e di estro intellettuale, segnata dalla Controriforma del Concilio di Trento e dalla figura di Francesco I de’ Medici, uno dei più geniali rappresentanti del mecenatismo di corte in Europa.