Sboccia la primavera a Firenze

Sboccia la primavera a Firenze

14:54 26 aprile in News

A Firenze sboccia la Primavera e con lei tante novità! Tre luoghi per vedere uno spettacolo fiorito o un’aria di novità, tutto a pochi passi nel centro storico.

La primavera a Firenze inizia al Giardino Bardini

Il Glicine più atteso che incornicia il panorama più bello su Firenze è finalmente in fiore! Niente in città ha il sapore di primavera del pergolato fiorito. Fino al 1 maggio vi aspettano visite speciali insieme all’architetto paesaggista Claudia Mezzapesa che vi accompagnerà tra i fiori e i profumi del Giardino Bardini per scoprire i segreti di questa pianta dalle origini antiche, lontane e curiose.

Come prenotare.

 

La primavera a Firenze continua al Giardino dell’Iris

Un altro giardino che con la primavera a Firenze torna visitabile: l’attesissimo Giardino dell’Iris apre le sue porte per 20 giorni, durante la fioritura massima. Ancora l’unico orto botanico in Europa dedicato a questo fiore, il Giardino dell’Iris è aperto da più di 50 anni, proprio sotto il Piazzale Michelangelo, con oltre 10 mila varietà provenienti da tutto il mondo. L’Iris o Giaggiolo, è il fiore simbolo della città e se vi trovate a Firenze, non potete assolutamente perdervelo in queste poche giornate. Sul sito web è possibile scoprire come e quando visitarlo.

La primavera porta novità: torna il Museo Novecento

Riapre dopo il riallestimento della collezione: ben tornato Museo Novecento! L’ara di novità si respira fin da fuori con l’installazione della scritta “Museo” sulla cancellata esterna a opera di Paolo Parisi. “Museo” nasce prendendo in prestito le lettere di opere di artisti di spicco e di opere collezionate nel museo proprio per rendere omaggio a questo secolo di innovazione artistica:

  • M, proviene da un collage di Luciano Ori Tutto il meglio del ’65 (collezione Carlo Palli);
  • dal frontespizio della rivista Firenze Futurista del 1921 (anno I, num.2);
  • S dall’opera di Giuseppe Chiari Art is to say del ’64, (sempre in collezione Palli);
  • E da una tela di Corrado Cagli del ’52 Ai piedi del Parnaso (Baloyannis)
  • O dal lavoro di Paolo Scheggi Inter-en-cubo del ’69.

4 nuovi spazi dedicati alle mostre temporanee, tanti progetti speciali e nuove attività per famiglie per restare aggiornati sul nuovo Museo Novecento basta collegarsi al sito web.