Omaggio a Galileo Chini

galileo chini

Omaggio a Galileo Chini

18:04 13 Novembre in News

Il Museo di Storia Naturale – La Specola di Firenze rende omaggio, con una mostra, la figura del Maestro Galileo Chini, artista versatile e poliedrico, tra i principali rappresentati dello stile Liberty in Italia, al quale il Museo di Storia Naturale di Firenze deve una splendida collezione di manufatti thailandesi e cinesi che l’artista collezionò durante la sua permanenza in Thailandia, tra il 1911 e il 1914, che per l’occasione saranno esposti negli spazi della Tribuna.

Nel 1910 Il Chini fu invitato alla corte di re Rama V (Phara-Mindo) della dinastia dei Chakri, la stessa al governo della Thailandia con Re Rama IX, fino al sua recente scomparsa lo scorso 13 ottobre dopo 70 anni di regno. Rama V, dopo aver ammirato i suoi lavori alla Biennale di Venezia, volle il grande artista italiano alla corte di Bangkok, con l’incarico di affrescare la sala del trono. Nel giugno 1911, Galileo Chini si imbarcò a Genova, diretto in estremo oriente. A Rama V, morto nel frattempo, successe il figlio, il coltissimo Rama VI (Maha Vajiravudh) che accolse il pittore al Palazzo imperiale. Chini eseguì le decorazioni della sala del trono e realizzò una serie di ritratti ufficiali per la famiglia reale e i dignitari di corte. Rientrò dalla Thailandia nel 1913 riportando in Italia numerose opere paesaggistiche e d’ambiente, che espose a Roma nel 1914, alla seconda mostra della Secessione Romana.

Oltre ai suoi meravigliosi dipinti, nei quali emerge tutta la suggestione e l’incanto per i luoghi visitati, riportò dalla Thailandia anche una collezione di cimeli orientali che nel 1950 donò al Museo.

La collezione comprende 356 oggetti tra manufatti thailandesi e cinesi, questi ultimi rappresentati in particolare da splendidi costumi realizzati con stoffe pregiate e ricami in oro, porcellane e oggetti femminili di lusso come ventagli e porta profumi. Tra i reperti tailandesi si trovano oggetti d’uso quotidiano, sculture lignee e statuette votive, strumenti musicali, costumi e maschere teatrali, splendidi tessuti e sarron in seta ricamata, frammenti provenienti dal tempio di Ayuthia, antica capitale del Siam distrutta nel 1767 in seguito a una invasione della Birmania.

L’ evento è organizzato da Museo di Storia Naturale di Firenze in collaborazione con l’Archivio Chini di Lido di Camaiore.

Dove:
Museo “La Specola”
Tribuna di Galileo, via Romana 17 Firenze

Quando:

Dal 16 Novembre al 13 dicembre 2016.
Tutti i giorni: 9.30-16.30. Chiuso il lunedì.

Ingresso gratuito.