La Toscana Contemporanea

La Toscana Contemporanea

15:18 23 gennaio in News

Non solo rinascimento, arte sacra e architettura, la Toscana è molto di più e molto innovativa. La Toscana contemporanea è un ambiente molto attivo, un vivaio popolato da artisti internazionali che con le loro opere, idee e pensieri concretizzano quello che hanno soltanto da dire.

La Toscana Contemporanea, a Massa

Una rivisitazione del surrealismo in chiave contemporanea: il fotografo belga Bart Herreman, ha ben chiaro il significato e il senso del manifesto surrealista: “Automatismo psichico puro, attraverso il quale ci si propone di esprimere … il reale funzionamento del pensiero.”
Fino al 4 marzo le sale del Palazzo Ducale di Massa ospiteranno “L’Irreale Realtà”, la mostra fotografica di Bart Herreman in cui le immagini sconnesse e connesse insieme, dicono tutto e niente, insignificanti o piene di simboli. Un viaggio onirico in una Toscana contemporanea che rivive il geometrismo impazzito o ordinato di Mirò, l’intreccio delle immagini e delle situazioni di Ernst, il piacere di giocare con le immagini di Magritte e la capacità di trasformazione di Dalì. Bart Herreman, con le sue fotografie, come ha spiegato il direttore artistico Mauro Daniele Lucchesi, svela il suo mondo immaginario fatto di convivenze impossibili, uomini sbigottiti e animali disinvolti, stimolando e facendo riemergere dall’ “io” di chi guarda l’irreale realtà, di stimolare l’immaginazione sopita.

La Toscana Contemporanea, a Pisa

Prolungata fino a domenica 11 febbraio, la mostra a Palazzo Blu di Pisa, “Escher. Oltre il possibile”, la completa rassegna di tutti gli ipnotici, sorprendenti e spiazzanti capolavori del grande olandese, con il contributo di alcune curiose soluzioni espositive progettate appositamente per l’evento e grazie all’uso di tecnologie multimediali. La mostra è l’occasione per ripercorrere le tappe della creatività dell’artista, soffermandosi in modo particolare sui lunghi e decisivi soggiorni in Italia, tra cui molte città della Toscana, tra scenari naturali e memorie artistiche che segnarono in modo profondo il suo stile.
Pur rimanendo a lungo un attento interprete del paesaggio, Escher esplora sempre più a fondo gli orizzonti dell’illusione visiva, attraverso composizioni di carattere geometrico o con la creazione di architetture “impossibili”, in cui sarà possibile anche ritrovare alcune testimonianze dei secoli precedenti, in larga parte provenienti da Pisa stessa. Dai frammenti marmorei con decorazioni in stile cosmatesco, tarsie lignee con la rappresentazione di solidi geometrici, alle incisioni, architetture fantastiche e prospettive suggestive.

La Toscana Contemporanea, a Pistoia e San Gimignano

Nell’ambito del progetto Sguardo Italiano, a Pistoia, presso il Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi e a San Gimignano, presso la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea “Raffaele de Grada” sono aperte al pubblico due esposizioni dedicate al fotografo Alberto Sinigaglia tramite il bando Toscana in contemporanea 2017.
La fotografia è stata la prova della realtà e uno strumento di conoscenza oggettiva. Con l’avvento della manipolazione della stessa fotografia, è venuta meno questa convinzione ed alcuni hanno rinunciato all’oggettività o hanno accettato l’indebolimento della sua funzione conoscitiva, altri hanno pensato di rafforzarla con la testimonianza diretta o di correggerne le manchevolezze attraverso la “didascalia” e la spiegazione. Alberto Sinigaglia raccoglie questa doppia sfida: con il montaggio delle immagini intende smascherare l’uso manipolatorio o censorio che è stato fatto della confusione o del “nascondimento” della differenza tra reale e finzione; con un uso differente e positivo inoltre ne recupera la funzione conoscitivo-immaginativa in versione visiva.

toscana contemporanea fotografia