Valdambrino, Francesco di Domenico, di (Siena, 1375-80 ca.-1435 ca.)

Valdambrino, Francesco di Domenico, di (Siena, 1375-80 ca.-1435 ca.)

13:00 13 maggio in

Francesco di Domenico, detto di Valdambrino, dovette probabilmente il suo nome al fatto di appartenere ad una famiglia originaria della Val d’Ambra. Recenti studi hanno reso possibile ricostruire con più precisione l’attività giovanile di Francesco, soprattutto in terra lucchese e pisana. In?uenzato dai modi di Jacopo della Quercia, con il quale collaborò alla realizzazione della Fonte Gaia a Siena, elaborò uno stile raf?nato e personalissimo interpretando la tradizione tardo gotica con gusto originale e moderno. Artista eccellente sia nella scultura in marmo che in legno, soprattutto in quest’ultima dovette godere di grandissima considerazione presso i contemporanei. Nel 1401 partecipò al concorso per la seconda porta del Battistero di Firenze, che fu vinto dal Ghiberti. Dell’autore si ricordano le statue lignee dei quattro santi protettori di Siena (1409), delle quali rimangono il San Savino, il San Crescenzio e il San Vittore, ridotte a busti, oggi conservati nel Museo dell’Opera del Duomo a Siena. Tra le sue opere ricordiamo, la statua di Sant’Ansano custodita presso la chiesa di San Paolino a Lucca, l’Angelo annunciante e la Vergine annunciata, oggi conservate nel Museo d’Arte Sacra di Asciano. Opere queste ultime, che testimoniano un’arte ormai pienamente matura.