Ponzio Pilato

Ponzio Pilato

13:54 13 maggio in

Secondo il Vangelo di Matteo poiché Pilato, nell’interrogare Gesù, non riusciva a trovare in lui alcuna colpa, tentò di non condannalo; in occasione della Pasqua era usanza infatti che fosse concesso di liberare un prigioniero: Pilato lasciò al popolo la scelta tra Gesù e un assassino di nome Barabba. Il popolo scelse di liberare Barabba. Pilato prese allora dell’acqua e si lavò le mani davanti alla folla dicendo: «Sono innocente del sangue di questo giusto: voi ne risponderete»; quindi rilasciò Barabba, fece fustigare Gesù e lo consegnò perché fosse croci?sso. Il popolo, con la sua risposta, accettò la responsabilità della sentenza reclamata. L’uso di lavarsi le mani in un processo aveva, sia presso i Romani che presso i Giudei, il signi?cato di protesta d’innocenza. Dopo che Pilato ebbe ordinato la ?agellazione di Cristo, questi venne schiaffeggiato e sbeffeggiato dai soldati, i quali dopo averlo condotto nel pretorio, lo ricoprirono con un mantello scarlatto e posero sul suo capo una corona di spine, salutandolo, con scherno, come «re dei Giudei» e percuotendolo con una canna.