Perugino, Pietro Vannucci, detto il (Città della Pieve 1445/50 ca.-Fontignano 1523)

Perugino, Pietro Vannucci, detto il (Città della Pieve 1445/50 ca.-Fontignano 1523)

14:02 13 maggio in

Conobbe Piero della Francesca attraverso le sue opere sparse in Umbria, Marche e Toscana; quindi, trasferitosi da Perugia a Firenze, frequentò la bottega di Andrea del Verrocchio, tra il 1470 e il 1472. Attraverso la sua produzione stemperò il rigore strutturale, sempre osservato dai seguaci di Piero della Francesca, in favore di una maggiore ricerca anatomica e di dinamismo delle ?gure. Svolse un’intensa attività di pittore a Firenze e Roma, ma lavorò anche a Lucca, Bologna, Venezia, Cremona, Ferrara e Milano. Negli ultimi anni la sua produzione, poco incline ad accogliere i rinnovamenti portati da Michelangelo e dal proprio allievo Raffaello, sembrò reiterare stilemi ormai consueti. Dell’opera dell’autore si ricordano la Pala dei Decemviri, presso la Pinacoteca Vaticana (1495); gli affreschi per il Collegio del Cambio a Perugia (1498-1500) e l’Assunzione dipinta per il monastero di Vallombrosa (1500), ora nella Galleria dell’Accademia a Firenze.