Nerone, Lucio Domizio (Anzio 37-Roma 68 d.C.)

Nerone, Lucio Domizio (Anzio 37-Roma 68 d.C.)

14:32 13 maggio in

Imperatore romano dal 54 al 68 d.C. Figlio di Gneo Domizio Enobarbo e di AgrippinaMinore, fu adottato dallo zio Claudio (v.) quando questi sposò sua madre. Alla morte di Claudio, cui forse non fu estraneo un intervento di Agrippina, Nerone gli successe appena diciassettenne. Dopo un primo periodo di moderazione e di ossequio per il Senato, Nerone impresse al proprio principato una svolta assolutistica e autoritaria, uccidendo o costringendo al suicidio numerosi personaggi della propria famiglia e del proprio entourage e indulgendo in eccessi feroci e grotteschi; il malcontento per il suo governo esplose in rivolte e nella proclamazione di Galba, e Nerone preferì darsi la morte.