Miniatura

Miniatura

10:29 15 maggio in

Arte di illustrare e decorare gra?camente testi manoscritti (“miniare”, che signi?ca colorire in rosso, deriva dalla parola minium con la quale nel Medioevo si indicava il cinabro o solfuro di mercurio, di colore rosso vivo, usato per dipingere le iniziali degli antichi codici). Per estensione si intende qualsiasi dipinto di piccolo forma-to eseguito con minuzia di particolari. La pittura, su carta o pergamena, opportunamente trattata per accogliere i pigmenti, si eseguiva in modo più o meno complesso, secondo l’evolversi degli stili e la maggiore o minore disponibilità dei colori. La lucidatura ?nale, con gomma arabica e albume, conferiva al lavoro una patina brillante, destinata ad abbellire la pittura, ma anche a proteggere la delicatezza del materiale. La parte ornamentale di un libro miniato che può trovarsi in una collocazione autonoma rispetto al testo, disposta lungo i margini della pagina, più spesso è legata alle lettere iniziali, che possono essere decorate, arricchite da fregi fogliacei o da motivi geometrici, o istoriate, al cui interno sono dipinte immagini ?gurate. V. codice.