Dioniso

Dioniso

10:28 16 maggio in

Figlio di Zeus (v.) e di Semele, Dioniso era il dio del vino e dell’estasi orgiastica, connesso in generale con la fecondità, la vegetazione e il ciclo vitale della nascita e della morte, corrispondente al latino Bacco, ma protettore anche del teatro nelle sue diverse forme. Numerosi i racconti mitici che lo vedono protagonista, spesso infliggendo punizioni a mortali che intendono opporsi alla diffusione del suo culto. Il suo corteggio è composto da Satiri, Sileni e Menadi, ovvero donne invase dal dio.
Il suo culto era diffuso sia in Grecia che a Roma, e assunse in alcuni casi forme di critica dell’ordine sociale, tanto da indurre il Senato, nel 186 a.C., a proibirne la celebrazione. Rappresentato in epoca arcaica come un uomo barbuto e sontuosamente abbigliato, con connotazioni orientali, nell’epoca classica e in quella ellenistica si diffuse anche l’iconografia di Dioniso come giovane imberbe.