Della Robbia Giovanni (Firenze 1469-1529/30)

Della Robbia Giovanni (Firenze 1469-1529/30)

10:33 16 maggio in

Complessa e accattivante personalità artistica per la sua versatilità ed esuberanza, si distacca presto dagli insegnamenti del padre Andrea, scultore e ceramista, in favore di un linguaggio più eclettico e divulgativo; la sua produzione rivela anche forti suggestioni da Filippino Lippi e si contraddistingue per una insistita policromia e per gli originali repertori ornamentali. Di dif?cile identi?cazione sono le opere giovanili; della sua produzione matura si ricordano i due Angeli reggicandelabro (1515/1520) oggi presso l’Arciconfraternita della Misericordia a Firenze, provenienti dalla Badia Fiesolana, e la galleria delle sessantasei teste clipeate dei Padri della Chiesa, San-ti fondatori e Personaggi del Vecchio e del Nuovo Testamento nel chiostro dei monaci alla Certosa del Galluzzo (1523), eseguite in collaborazione con Luca Della Robbia il giovane e con Giovan Francesco Rustici.