Angeli

Angeli

06:59 19 Maggio in

Il nome, dal greco “messaggero”, identi?ca la ?gura che svolge il ruolo di ambasciatore della volontà divina, presente nelle antiche religioni orientali e passata alla cultura cristiana. Nell’Antico Testamento sono numerosi i riferimenti ad esseri la cui funzione è quella di trasmettere la volontà di Dio agli uomini e di proteggere i giusti (angeli custodi). Tra questi ultimi emergono le ?gure di Raffaele (Libro di Tobia) e Michele (Libro di Daniele). Nel Nuovo Testamento è presente la ?gura dell’arcangelo Gabriele (Vangelo di Luca), che ha il compito di annunciare alla Vergine la nascita di Cristo. Nel V secolo si diffonde il De coelesti hierarchia, testo secondo il quale gli angeli si distinguerebbero in schiere, gerarchie e categorie.
La ?gura angelica è genericamente rappresentata con le sembianze di adolescente, più raramente di fanciullo, vestito di una tunica, con ali e lunghi capelli biondi, quasi sempre con l’aureola. Quest’ultimo attributo può a volte supplire all’assenza delle ali.