Affresco

Affresco

07:07 19 maggio in

Tecnica di pittura murale basata sull’incorporazione dei colori alla calce dell’intonaco, che grazie alle particolari modalità esecutive offre straordinaria durevolezza dell’opera nel tempo. Il supporto murario asciutto e pulito è preparato con un primo strato grossolano d’intonaco (il rinfazzo) sul quale è steso uno strato più sottile, detto arriccio. Sull’arriccio è tracciata con terra rossa la sinopia (disegno preparatorio dell’opera, sostituito dal Quattrocento dallo spolvero e poi dal cartone). È quindi steso il tonachino, strato leggero di sabbia ?ne mista a calce, sul quale l’artista dipinge l’opera con colori mescolati con acqua.
La caratteristica principale dell’affresco è la rapidità di esecuzione richiesta all’artista, che deve applicare il colore sull’intonaco fresco, senza lasciarlo asciugare. Per questo motivo la porzione di super?cie da affrescare viene preparata quotidianamente (sono le cosiddette giornate), in rapporto al lavoro che si prevede di portare a termine. Pentimenti, correzioni o completamenti dell’opera sono apportati a secco, usando colori a tempera (v.).