Case Museo della Toscana: vite, storie e arte

casa museo in Toscana

Case Museo della Toscana: vite, storie e arte

12:53 01 febbraio in News
Le Case Museo sono luoghi nei quali la storia incontra la vita.
Poeti, letterati e Artisti, ci hanno consegnato le chiavi per entrare in contatto con la storia attraverso i propri occhi e le proprie passioni. C’è, in questi luoghi, qualcosa che va al di là del valore artistico del singolo oggetto e che mette in evidenza la potenza evocatrice di una casa: un racconto di sé ma anche di una cultura, di una storia, di una vita

Entrare nelle stanze che il poeta Giovanni Pascoli aveva eletto a domestica fucina per la creazione dei suoi versi e scoprire alle pareti alcuni degli artisti a lui cari, oppure attraversare gli ambienti che, tra Lucca e Torre del Lago, avevano assistito al nascere delle grandi melodie del compositore Giacomo Puccini, offre l’opportunità di cogliere quanto fosse vivo e intenso il legame tra arte, letteratura e musica.

Essere avvolti da quella singolare atmosfera in grado di evocare la figura di una personalità del ‘900, spesso letterato o collezionista, è un privilegio impareggiabile che è offerto a chi visita le case trasformate in musei. Ancor più privilegiato è poi colui che accede alla casa, e soprattutto allo studio, di un artista: alla maniera degli amici o dei clienti che l’avevano frequentato e visto intento al lavoro, potrà trovare gli strumenti del mestiere come se fossero stati appena poggiati, e intorno qualche opera ancora incompiuta come fosse stata da poco interrotta.

Ecco 4 case museo da scoprire in Toscana:

  • VILLA MUSEO GIACOMO PUCCINI
    La villa di Puccini a Torre del Lago, ancora oggi appartenente alla famiglia, è una vera e propria casa museo. Oltre ai cimeli, agli oggetti, ai ritratti, alla collezione del musicista, sono visitabili gli ambienti decorati da Galileo Chini e la cappella decorata da Adolfo De Carolis, dove è sepolto il musicista insieme alla moglie, al figlio e alla nuora.
    Il piccolo giardino, che originariamente era lambito dal lago, si ispira nelle dimensioni e nelle aiuole ornate di pietre, ai giardini giapponesi.
  • CASA MUSEO DI GIOVANNI PASCOLI
    Giovanni Pascoli
    si trasferì a Barga, nella frazione di Castelvecchio alle pendici del monte Caprona, nel 1895 e lì abitò fino alla morte nel 1912. La sua casa, di origine settecentesca, è oggi un museo aperto al pubblico che mantiene inalterato l’aspetto del tempo del poeta.
    Al suo interno, oltre ai mobili, ai libri e ai tanti oggetti d’uso, sono presenti alle pareti dipinti di Antonio De Witt, Plinio Nomellini, Alberto Magri.
  • CASA MUSEO LEONETTO TINTORI
    Leonetto Tintori
      è stato un artista poliedrico che ha sperimentato tecniche e materiali diversi, spaziando dalla pittura alla scultura, dal mosaico alla scagliola, ma anche restauratore di fama internazionale.
    La sua casa, nei dintorni di Prato,è circondata da un giardino, disseminato di sculture realizzate da Tintori, prevalentemente in ceramica, e dominato dalla grande Arca, costruita dall’artista per custodire le ceneri proprie e della moglie. Il Laboratorio per affresco cura le visite alla casa e al giardino, ma soprattutto, partendo dalle esperienze di Tintori, svolge attività didattiche sulle tecniche della pittura murale e della ceramica artistica.
  • CASA MUSEO CARLO PEPI
    Si tratta di una raccolta privata realizzata nel corso di una vita da Carlo Pepi, appassionato collezionista, che ha esteso il suo interesse iniziale dai macchiaioli agli artisti del ‘900 e ai contemporanei.Un nucleo consistente di queste opere è esposto nella villa di proprietà nei dintorni di Crespina (visitabile solo previo appuntamento), altre invece si trovano presso la Fattoria Montelisi, in piazza Cesare Battisti 9, di faccia al Municipio.

Scopri tutto il percorso delle case museo e case d’artista su Toscana ‘900.